You are here
News 

Dragon Ball: risultati dell’Anno Fiscale 2017 della Bandai Namco e Toei Animation

La Bandai Namco e la Toei Animation hanno pubblicato i risultati dell’Anno Fiscale 2017, rivelando non solo una personale crescita nei singoli settori commerciali coperti dalle due società, ma anche ingenti incassi per lo stesso franchise di Dragon Ball, che segna in entrambe le classifiche nuovi, incredibili record. Le informazioni coprono i guadagni e i dati segnati dal 1 Aprile 2016 alla fine del Marzo 2017.

 

BANDAI NAMCO

L’Anno Fiscale 2017 Bandai Namco (conclusosi questo 31 Marzo e riportato il 10 Maggio), ha segnato per la società il totale di 620 miliardi di ¥ di guadagni (circa 4.753.200.00 €), producendo un incremento del 7,7% rispetto il 2016. Seppur le vendite dei giochi su console abbiano fruttato 86,6 miliardi di ¥ (664.000.000 €), notificando un calo del 9,6%, le vendite per il settore Arcade sono salite a 62,2 miliardi di ¥ (477.000.000 €), aumentando del 7,4%. Gli accessori, il merchandise collegato e la miscellanea hanno ottenuto 60,9 miliardi di ¥ (467.000.000 €), sviluppandosi del 3,9%. La produzione di anime, gli accordi di licenza e gli eventi tematici hanno invece raggiunto i 37,1 miliardi di ¥ (284.400.000 €), superando la previsione iniziale di soli 25,7 miliardi di ¥ (197.000.000 €) e portando le aspettative per l’Anno Fiscale 2018 a 32,7 miliardi di ¥ (285.000.000 €).

Per quanto riguarda Dragon Ball, la serie si è posizionata al secondo posto come franchise più proficuo in tutti i settori, passando dai 34,9 miliardi di ¥ (269.000.000 €) dell’Anno Fiscale 2016 ai ben 61,1 miliardi di ¥ (470.300.000 €) del 2017. Un letterale Boom con un raddoppio che l’ha portato ad avvicinarsi all’insuperabile trono dei 74,3 miliardi di ¥ (569.000.000 €) di Mobile Suit Gundam e superando nettamente la capacità di One Piece, al terzo posto con 30,4 miliardi di ¥ (233.000.000 €).
Nella classifica adibita ai soli giocattoli e prodotti di miscellanea, DB ha ottenuto un terzo posto dietro Mobile Suit Gundam e Kamen Raider, segnando però un leggero ribasso dagli 11,6 miliardi di ¥ (89.000.000 €) del 2016 a 10,3 miliardi di ¥ (79.000.000 €).

Le previsioni del 2018 indicano 43,5 miliardi di ¥ (333.465.000 €) per il settore generale e 12 miliardi di ¥ (92.000.000 €) per il settore della miscellanea. Chissà se i valori si manterranno tali anche alla pubblicazione del Primo Quadrimestre del prossimo Anno Fiscale e quindi continueranno a supportare la prospettiva di crescita della serie.

TOEI ANIMATION

Per l’Anno Fiscale 2017 Toei Animation (conclusosi anch’esso questo 31 Marzo e riportato il 15 Maggio), invece, i dati vengono divisi specificatamente tra gli incassi locali, generali ed esteri, questi ultimi suddivisi a loro volta tra serie animate, film cinematografici e prodotti animati ispirati. L’Anno Fiscale generale della società è stato chiuso con 40,747 milioni di ¥ (312.000.000 €) di incassi, aumentando del 21,2% rispetto i 33,612 milioni di ¥ (258.000.000 €) del 2016. I singoli settori hanno segnato un +13,8% dai film cinematografici, +31,8% dalle licenze estere, +18,8% dalla vendita di merchandise collegato e un +0,4% per la miscellanea di contorno.

Guardando nello specifico Dragon Ball, come potete vedere dalla grafica allegata, la Toei Animation ha concluso il 2017 con un deciso vantaggio rispetto i risultati degli anni passati. Il franchise si è posizionato a testa a testa con One Piece come serie più proficua, scambiandosi il primo e il secondo posto con l’amico / nemico di sempre. Nel dettaglio:

 

. LICENZA GLOBALE LOCALE

Per quanto riguarda la licenza locale, Dragon Ball ha guadagnato 3,589 milioni di ¥ (27.500.000 €), venendo superato da One Piece, al primo posto con 3,707 milioni di ¥ (28.400.000 €). Ad ogni modo, per Dragon Ball notiamo un miglioramento incredibile, riscattatosi egregiamente dai 1,947 milioni di ¥ (14.900.000 €) del 2016.

. LICENZA DEI FILM ALL’ESTERO

Nella sezione delle licenze dei film all’estero (che comprende la distribuzione di vari prodotti derivati animati e non solo pellicole cinematografiche, specifichiamo), Dragon Ball ha riacquistato terreno, ottenendo 2,215 milioni di ¥ (17.000.000 €) rispetto i 2,021 milioni di ¥ (15.500.000 €) di One Piece e i 1,666 milioni di ¥ (12.800.000 €) del 2016.

. LICENZA GLOBALE ALL’ESTERO

La licenza estera è sempre il valore portante della classifica, con un Dragon Ball nuovamente al primo posto, con 3,366 milioni di ¥ (25.800.000 €) e One Piece secondo, decisamente inferiore con soli 1,985 milioni di ¥ (15.200.000 €). Il risultato di DB raddoppia i guadagni del 2016, calcolati per 1,478 milioni di ¥ (11.300.000 €). L’arrivo della serie animata di Dragon Ball Super oltreoceano è stata sicuramente la principale responsabile di quest’incredibile sviluppo; sviluppo che speriamo sia perfino superiore alla fine dell’Anno Fiscale 2018.

 

*Tutte le cifre riportate, in Yen ed Euro, sono approssimative. I valori effettivi possono quindi risultare leggermente superiori o inferiori.

 

Fonte:

PDF ANNO FISCALE 2017 BANDAI NAMCOPDF ANNO FISCALE 2017 TOEI ANIMATION – ANIME NEWS NETWORKIT MEDIA BUSINESS – GAMEBIZ

 

Related posts

One thought on “Dragon Ball: risultati dell’Anno Fiscale 2017 della Bandai Namco e Toei Animation

Leave a Comment